Uomini

I fari di Giorgio Maria Griffa

   L’acquerellista degli Stevenson

   L’epopea degli Stevenson, notissima famiglia di costruttori di fari scozzese è stata finora narrata, in modi diversi, in Inghilterra e in Italia. In  Inghilterra, la saga dei costruttori di fari, è stata oggetto nel 1999 di un libro di Bella Barthurst, Lo splendore degli Stevenson, che ha vinto il premio “Sommerset Maugham”. In Italia invece, Giorgio Maria Griffa, biellese, farmacista mancato, viaggiatore, acquerellista ha realizzato un cahier de voyage con un centinaio di acquerelli. Griffa è un eccezionale realizzatore di appunti di viaggio, acquerelli all’altezza dei grandi  del genere e una ricerca del contesto e della documentazione che fanno dei suoi libri degli esaurienti reportage.

I  suoi acquerelli reggono anche l’esposizione in mostre in giro per l’Italia. I suoi giornali evocano “i colori e gli odori” che, dice lui, “quando si sa abbastanza, ma non troppo, si va a vedere”.

E’ seguendo il suo cahier de voyage I fari degli Stevenson, edito nel 2005 con una splendida edizione da Nuage, che si può mettere a punto la vicenda della famiglia e soprattutto le loro opere. Griffa ha visto e disegnato tutti i fari (con viste dettagliate o di insieme) alla ricerca degli ambienti non solo naturali, dalle coste scozzesi alle Sethand, dalle Orcadi al Galles. E’ un lungo e puntiglioso viaggio attraverso un’azienda di famiglia e la sua saga.

Annunci

One thought on “I fari di Giorgio Maria Griffa

  1. Un’autore che seguo con molta attenzione grazie alla Galeria Nuages di Milano.

    5 artisti francesi hanno soggiornato in Scozia, nelle Shetland, sulla piccola isola di Bressay dove si trova il faro di bressay, costruito nel 1858 dai fratelli Stevenson.
    Ci sono stati due volte nel 2011, durante il solstizio d’estate, poi d’inverno e hanno publicato una parte dei lavori in cinque belli piccoli libretti (ognuno 24 pagine), “Il faro dei solstizi” (auto edizione in 1 000 esemplari, marzo 2012). Ha ottenuto un prezzo al Salone internazionale insulare di Ouesant).
    Gli artisti : uno scittore, Françoise Sylvestre, un fotografo, Jean-Marc Cotta, e 3 pittori, Yves Dussin, Patrick Serc e Hugues de Wilden (purtroppo sparito in mare nel luglio 2011).

    Jean-Marc Cotta : http://www.jmcotta.com
    Yves Dussin : http://griffes.tumblr.com/post/1037275201/latelier-fantasque-dyves-dussin-a-audierne-lancre
    Patrick Serc : http://www.patrick-serc-peintrenomade1.fr
    Françoise Sylvestre : http://www.a360.org/CB/fran%8Doise_sylvestre.htm

    [Francese, il chè spiega errori d’italiano !]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...