Luoghi

Il faro di Point Danger

English: Lighthouse at Point Danger, Coolangat...

Faro di Point Danger, Coolangatta, Queensland —un memorial per Lieutenant James Cook che diede il nome a questo luogo e lo descrisse dopo il suo viaggio del 1770. (Photo credit: Wikipedia)

English: Aerial view looking towards Point Dan...

Vista Aerea di Point Danger (Credits: wikipedia)

Il faro-memoriale di Cook fu costruito nel 1971 per il bicentenario dell’esplorazione del capitano esploratore della costa orientale dell’Australia. Devo lo spunto all’amico Nicola Moccia che ha postato il faro di Point Danger su “Il mondo dei fari“. Si tratta di un insolito faro moderno che per primo sperimentò la luce a laser per aumentarne la portata. L’esperimento non ebbe successo e nel 1975 si ritornò all’ottica tradizionale alimentata a luce elettrica. Il faro è il terzo dei quattordici che, tra il 1969 e l’84, furono costruiti in Queesland dalla marina australiana. Il faro (28°10’S-153°33’E) emette due lampi ogni dieci secondi ad una altezza di 44,5 metri di piano focale, la portata nominale è 17 miglia. Il faro memoriale è costituito da quattro colonne di cemento armato alte 20 metri. Tra le quattro colonne che riportano i quattro punti cardinali è appesa una scultura in bronzo.

Punta Danger si trova a meno di un miglio da Coolangatta; un capo che a lungo ha segnato il confine tra il Nuovo Galles del Sud e il Queesland. Le coordinate di Point Danger sono anche state a lungo oggetto di diatribe se fosse veramente quello il punto da cui Cook partì per esplorare la barriera corallina orientale dell’Australia. La discussione pare risolta sulla base del parere affermativo espresso nel 2007 dal museo marittimo nazionale australiano: alla foce del fiume Tweed, che sfocia in oceano dopo molti meandri a 6/7 miglia dalla barriera corallina orientale. Sulle spiagge che circondano il capo, in particolare quella di Duranbah si affollano molti surfisti in attesa dell’onda pefetta. Davanti al faro un giardino ospita anche il memoriale della Centaur, nave ospedale australiana affondata il 14 maggio 1943 da un sottomarino giapponese.

Nel giardino, detto Cammino della Memoria diverse stele commemorano altre navi affondate durante il secondo conflitto mondiale.

Punta Danger si trova a 90 km a sud di Brisbane e quasi 700 km a nord della notissima Botany Bay, ora parco nazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...